La nostra storia
2019
Il primo battipista elettrico: il PistenBully 100 E!
Il primo battipista ad azionamento elettrico
PistenBully 100 E

Si può ipotizzare di preparare le piste in un prossimo futuro al 100 % senza emissioni nocive? All'INTERALPIN 2019 di Innsbruck, la fiera internazionale più importante nel settore delle tecnologie alpine, PistenBully festeggia il suo 50° compleanno e fornisce la risposta a tale quesito: uno studio per il primo battipista ad azionamento elettrico, il PistenBully 100 E, quindi un chiaro “si”

Il logo: 50 anni di amicizia di PistenBully, 1969
50 anni di amicizia da PistenBully
50 anni PistenBully

50 anni di Freundschaft da parte di PistenBully – e la fine della storia è tutt'altro che finita! Attendiamo con ansia molte innovazioni, celebrazioni, incontri – nell'anno dell'anniversario e anche oltre.

2018
I partner di cooperazione con i quali SNOWsat Analytics è in fase di sviluppo.
Kässbohrer Geländefahrzeug AG conclude un promettente accordo di cooperazione
SNOWsat Analytics

Kässbohrer Geländefahrzeug AG avvia una cooperazione decisiva con aziende svizzere guardando al futuro. I partner di cooperazione Geocloud AG / Schlieren, Weisse Arena Bergbahnen AG / Laax, Grünenfelder e Partner AG / Domat/Ems sviluppano un prodotto, che, in poche parole, gestisce il flusso di informazioni e di dati nei comprensori sciistici, offrendo un vero e proprio vantaggio concorrenziale.

PistenBully 600 con motore EU Stage 5
Primo battipista con motore EU Stage 5
La nuova generazione del PistenBully 600

Il nuovo PistenBully 600 sta già scrivendo la storia della tecnologia: Il primo battipista al mondo con motore EU V - più pulito e silenzioso di così non si può! Nell'ultima generazione di battipista c'è tutta l'esperienza e l'entusiasmo degli ingegneri PistenBully, come sottolinea con forza la grande quantità di brevetti.

Un composito in fibra verniciata verde
Kässbohrer Geländefahrzeug AG percorre nuove strade
Acquisizione di KK Composites GmbH

A partire dal 1.4.2018 la Kässbohrer Geländefahrzeug AG rileva le attività dell'azienda KK Composites GmbH con sede a Micheldorf, Austria. La società è specializzata in materiali compositi fibrorinforzati. Con l'acquisizione di un fornitore la Kässbohrer Geländefahrzeug AG realizza la classica internalizzazione (insourcing) di componenti. La strategia mira a ridurre la sua dipendenza dai fornitori. Il livello di integrazione verticale verrà ampliato di circa il 10 %.

2017
Cherrington guida lungo la spiaggia
Kässbohrer Geländefahrzeug AG amplia la gamma di prodotti BeachTech 
BeachTech acquisisce Cherrington

Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha operato un'espansione della gamma di prodotti nel settore BeachTech, rilevando la società americana Cherrington Inc.

La nuova generazione dei PistenBully 100.
Il motore più potente della sua classe e la tecnologia di scarico ecologica
La nuova generazione del PistenBully 100

Generazione nuova: Con la qualità e l'affidabilità di sempre. La concezione del veicolo del PistenBully 100 è stata completamente rielaborata sulla base di uno stretto scambio di opinioni con i clienti di tutto il mondo. Le caratteristiche completamente nuove includono un funzionamento intuitivo sviluppato secondo le ultime scoperte ergonomiche, il motore più potente della sua classe e una tecnologia di scarico ecologica.

2016
Una foto di gruppo dell'equipaggio della PRO ACADEMY.
Concetto di istruzione e formazione indipendente dal produttore
PRO ACADEMY

Con la PRO ACADEMY la Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha concepito un modello di addestramento e formazione multimarca comprendente cinque moduli diversi, finalizzati ad una gestione delle piste efficiente in chiave economica e a risparmio di risorse.

2014
PowerBully con gru su traliccio elettrico
Kässbohrer rileva un noto produttore di veicoli utilitari cingolati 
PowerBully

Kässbohrer All Terrain Vehicles, Inc. (KATV) ha concluso l'acquisizione di Soft Track Supply, Inc. – un produttore dei veicoli fuoristrada e trattori a ridotta pressione specifica sul terreno. Nasce il settore PowerBully.

Una foto di tutto il personale con i 20.000 PistenBully
Un numero che entrerà nei libri di storia
Il PistenBully 20.000

Il PistenBully 20.000 è prodotto! È un buon motivo per festeggiare un po'.

2012
Motivo sportivo del PistenBully 600 E+
Il primo veicolo ibrido al mondo sul mercato
PistenBully 600 E+

Ancora oggi colpisce per le innovazioni tecniche. Una storia di successi, il cui ultimo primato è il PistenBully 600 E+ con trazione elettrica-diesel.

2011
SNOWsat collega in rete l'intera flotta di PistenBully e l'intero comprensorio sciistico
Il sistema professionale di gestione delle piste e della flotta
SNOWsat

Un sistema professionale di gestione delle piste e della flotta con misurazione dell'altezza della neve è stato sviluppato Ampi margini di risparmio e ottimizzazione fanno di SNOWsat una forma di investimento nel futuro.

2010
BeachTech nella fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico
Uno dei tanti usi di un BeachTech
BeachTech nella fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico

Si spostano da un arenile all'altro, man mano che del nuovo petrolio arriva su un tratto di costa. Già sperimentati in occasione di incidenti avvenuti nel passato, come l'avaria della „Prestige“ davanti alle coste dell'Atlantico o nella catastrofe petrolifera sulla Sunshine-Coast australiana, i pulispiaggia BeachTech anche nell'inquinamento prodotto dalla „Deepwater Horizon“ sono in grado di separare quasi completamente sia i residui morbidi di petrolio, sia i grumi solidi di catrame, senza portar via eccessive quantità di sabbia.

2007
PistenBully Paana
La nostra famiglia PistenBully è cresciuta!
PistenBully Paana

Kässbohrer Geländefahrzeug AG ha acquisito Keiteleen Latukone Oy, produttrice di macchine per preparazione di piste di fondo. Le macchine Paana, presenti sul mercato da oltre 25 anni sono, in Scandinavia, i leader indiscussi del mercato nel settore della preparazione delle piste di fondo. I punti di forza del PistenBully Paana sono la tecnica robusta, la grande affidabilità, il rapporto prezzo-prestazioni molto favorevole ed i costi d'esercizio e manutenzione contenuti. La fresa a due stadi consente di preparare, con una sola operazione, piste di fondo conformi ai requisiti della Federazione Internazionale Sci. Con una larghezza di soli due metri e mezzo, PistenBully Paana è del tutto a suo agio quando si tratta di attraversare boschi o di aprire sentieri durante l'inverno.

PistenBully 400
Il successore della fortunata serie PistenBully 300
PistenBully 400

Quando è entrato in produzione di serie nel 2007, il nuovo design ha naturalmente soddisfatto tutte le norme di sicurezza e di emissione applicabili a livello nazionale e internazionale, ma ha anche segnato un importante passo avanti in termini tecnici. Le innovazioni più importanti comprendevano un nuovo telaio principale in acciaio ad alta resistenza e resistente al freddo, adattato alle prestazioni e alle dimensioni; la trazione era fornita da una nuova unità diesel Cummins.

2006
PistenBully 600
Un'altra pietra miliare nello sviluppo del produttore di Laupheim
PistenBully 600

La generazione di veicoli PistenBully 600 era un progetto completamente nuovo, con particolare attenzione al design del telaio principale. Qui è stato utilizzato un telaio leggero in lamiera d'acciaio ad alta resistenza, che è stato preparato per ogni caso di carico e potrebbe facilmente ospitare il veicolo di base, l'argano e tutte le attrezzature aggiuntive fino agli accessori anteriori estremamente pesanti come la taglierina per halfpipe, il cutter skidder e i cassoni di trasporto. Il PistenBully 600 combina la tecnologia più moderna con il massimo comfort d'uso.

2005
Il BeachTech 2800 di nuova introduzione
Un pulispiaggia efficace e redditizio ad un prezzo sostenibile
BeachTech 2800

Il BeachTech 2800 di nuova introduzione coniuga i vantaggi del BeachTech 3000 con quelli del BeachTech 2000. Il risultato: un pulispiaggia efficace e redditizio ad un prezzo sostenibile.

2004
Un PistenBully viene sollevato con una gru dalla nave sul ghiaccio perenne dell'Antartide
80 I PistenBully sono in uso
Missione antartica nel ghiaccio eterno

Test di resistenza: il PistenBully padroneggia anche le condizioni più estreme. Nessuna nazione che svolge ricerche in Antartide oggi può fare a meno dei PistenBully. Nel 2004 in Antartide sono in funzione oltre 80 PistenBully.

2002
La nuova sede della Kässbohrer Geländefahrzeug AG a Laupheim
Consolidamento di tutte le divisioni
Nuova sede aziendale a Laupheim

All'inizio degli anni 2000, tutte le divisioni dell'azienda sono state raggruppate in una sola sede – a Laupheim. Questo ha naturalmente comportato un'ottimizzazione del processo di produzione.

2001
BeachTech Marina
Un pulitore da spiaggia semovente
Un nuovo veicolo nella gamma: BeachTech Marina

Introduzione del semovente BeachTech Marina.

1998
PistenBully 100
Un mercato in subbuglio
PistenBully 100

Il nuovo PistenBully 100 è stato creato all'interno della nuova Kässbohrer Geländefahrzeug AG: utilizzando la più moderna tecnologia CAD, il PistenBully 100 è stato progettato come un veicolo da fondo completamente nuovo. Questo perché il mercato era in uno stato di sconvolgimento, i regolamenti sulle emissioni erano diventati più severi e le esigenze dei clienti erano cambiate; di conseguenza, l'economia e il consumo giocavano un ruolo molto più importante di prima nella decisione di acquisto. 

PistenBully 200
La versione più leggera della serie 300
PistenBully 200

Il PistenBully 200 è stato sviluppato come versione più leggera della serie 300. Grazie al sistema modulare, gran parte dei componenti provengono da questa macchina. Tuttavia, alcuni componenti sono stati adattati alla potenza ridotta per risparmiare peso e costi. Questo nuovo sviluppo con 208 kW (278 CV) e una coppia di 1100 Nm a 1300 rpm soddisfaceva i severi standard di emissione Euro 2 e US EPA validi all'epoca.

Il PistenBully 10.000
Un numero che entrerà nei libri di storia
Il PistenBully 10.000

Il PistenBully 10.000 è prodotto!

1995
Introduzione sul mercato del BeachTech 2000
La famiglia BeachTech si sta allargando
BeachTech 2000

Introduzione sul mercato del BeachTech 2000 – l'alternativa maneggevole e compatta al potente BeachTech 3000.

1994
Una foto di gruppo di Erwin Wieland, Gerhard Krone, Karl Knab, Hans-Peter Müller, Franz Beer e Karl Glatzmaier
Business unit veicoli fuoristrada da esternalizzare
Secessione e nuovo inizio

il ristretto ma fino ad allora fruttuoso settore commerciale dei veicoli per terreni impervi viene scorporato e reso autonomo. Sotto la guida di Erwin Wieland, la direzione con Gerhard Krone, Karl Knab, Hans-Peter Müller, Franz Beer e Karl Glatzmaier ha avuto il coraggio per un management buy-out: Kässbohrer Geländefahrzeug GmbH. Quattro anni dopo, nel 1998, l'azienda è stata quotata in borsa.

PistenBully 300 / 300 W
Prima generazione di veicoli dopo che l'azienda è diventata indipendente
PistenBully 300 / 300 W

Introduzione della nuova generazione di PistenBully 300 e 300 W. Fino alla fine degli anni '90 la serie di battipista con il maggiore numero di consensi sull'arco alpino. Il "veicolo tuttofare" dell'azienda.

1991
La prima macchina BeachTech
Nuovi standard sono stati fissati nel campo della pulizia della spiaggia
BeachTech

Con il BeachTech, Kässbohrer dimostra di nuovo tutta la sua capacità di innovazione. La tecnica brevettata di rastrello, di setaccio e mista stabilisce nuovi parametri di riferimento.

1984
PistenBully 200 DW con la più moderna tecnologia - il verricello a fune
Nuova tecnologia: l'argano
PistenBully 200 DW

Il PistenBully 200 DW è il primo veicolo commercializzato con l'ausilio di un verricello a fune per la preparazione di piste ripide. Un verricello a tamburo sostiene e assicura il veicolo nelle salite e discese estreme.

1983
Il Flexmobil nell'uso in acqua
Veicolo di lavoro e trasporto veloce
Il Flexmobil

Su strada e fuoristrada: il Flexmobil viene sviluppato come veicolo di lavoro e di trasporto veloce per l'impiego estivo.

1972
PistenBully all'undicesima edizione dei Giochi Olimpici Invernali di Sapporo in Giappeon
Viaggio a Sapporo in Giappone
PistenBully all'XI Giochi Olimpici Invernali

Il PistenBully si reca alle XI. Olimpiadi Invernali di Sapporo, dove raccolgono lodi e apprezzamenti. Poco dopo anche negli USA si risveglia l'attenzione. Con questa apparizione sulla scena internazionale si aprì la strada per i mercati di tutto il mondo. Nello stesso anno furono costruiti già 177 battipista.

1971
Walter Haug e Erwin Wieland braccio in braccio
Cifre chiave importanti
La struttura del reparto vendite

Figure chiave: il progettista Walter Haug e Erwin Wieland,  che caratterizzeranno significativamente il PistenBully. Viene creata la rete commerciale puntando sui criteri dell'amicizia, della qualità e servizio.

1969
Il primo prototipo del PistenBully decolla per un giro di prova
Il primo test drive
Il primo prototipo decolla per il test drive

Il primo PistenBully: A dicembre il primo prototipo parte per un test drive – trasmissione idrostatica della forza, comando dello sterzo, grande superficie di carico. Il potente e spigoloso prototipo del primo battipista fu subito battezzato da Karl Kässbohrer con il nome PistenBully!

Poco tempo dopo passa alla produzione di serie con un motore diesel. Il primissimo PistenBully fu consegnato a Reit im Winkl. Il capo progettista Walter Haug portò personalmente il veicolo il 19 dicembre 1969 sul Winklmoosalm.

1920 – 1930
Un uomo fa rotolare manualmente la pista da sci con un rullo a mano
Gli sport invernali nel dopoguerra
Lo sci diventa uno sport popolareWintersport in der Nachkriegszeit

Con la crescente popolarità degli sport invernali, aumentano anche le esigenze per la qualità delle piste. I semplici rulli sono ben presto sostituiti da attrezzi motorizzati.

Due uomini rotolano la pista a mano
1924
Sciatore alle prime Olimpiadi invernali
Lo sci va di moda
Prime Olimpiadi invernali

Sotto i piedi arrivano le assicelle: le prime Olimpiadi invernali a Chamonix inaugurano la moda dello sci. In brevissimo tempo lo sci diventa uno sport diffusissimo.

1922
I fratelli Karl e Otto Kässbohrer fanno progetti
Tanto coraggio e grande successo
I figli di Kässbohrer rilevano l'azienda

Dopo la morte del padre, Karl e il fratello Otto assumono l'azienda: Con grande successo: vengono avviate la costruzione di rimorchi e la realizzazione di numerose invenzioni.

1920
Quattro ragazzi hanno un modello dell'Alpine Express spiegato loro con interesse
Un desiderio si avvera
Karl Kässbohrer studia all'Università Tecnica di Stoccarda

Ingegnere per passione: Karl Heinrich Kässbohrer asseconda il desiderio del figlio Karl di intraprendere uno studio di ingegneria meccanica all'Università Tecnica di Stoccarda.

1911
Karl Heinrich Kässbohrer si trova orgoglioso accanto al primo omnibus che collega Wiblingen e Ulm
Ulm e Wiblingen sono ora ben collegati
Viene istituita la linea Omnibus

Karl Heinrich Kässbohrer inaugura il servizio di linea autobus tra Ulma a Wiblingen

1893
Un ritratto di Karl Heinrich Kässbohrer
È stata posta la prima pietra di un'impressionante storia di successo
Fondazione di una fabbrica di carri

Con la fondazione della sua fabbrica di veicoli nel 1893, Karl Heinrich Kässbohrer posa la prima pietra di una storia suggestiva di successi.

Tutto ha inizio con Georg Kässbohrer. Discende da una famiglia di costruttori navali e realizza la "Scatola di Ulma", come viene denominata ironicamente: una specie di imbarcazione monouso per il trasporto di merci, passeggeri e truppe sul Danubio seguendo la corrente fino a Vienna. Al termine del percorso le imbarcazioni vengono fatte a pezzi e riciclate, poiché un ritorno controcorrente al punto di partenza sarebbe stato troppo costoso. 
Tuttavia Georg non vede prospettive nelle costruzioni navali tradizionali e indirizza quattro dei suoi sei figli verso altre professioni. Uno di loro è Karl Heinrich, costruttore di carri, che si interessa ed entusiasma per i nuovi mezzi di trasporto. A Ulma fonda la "Wagenfabrik Kässbohrer" l'azienda di famiglia. La storia inizia il suo corso.